Qual è la ‘crema’ delle bilance da cucina sul mercato dei piccoli elettrodomestici? Ecco due top di gamma, una variante digitale e una meccanica. Partiamo dalla prima proposta di bilance digitali da cucina ProCook al prezzo di poco più di 20 euro, extra compatte con funzionalità accessorie, intervalli di pesatura e gancio per l’affissione facoltativa alla parete. Queste bilance aderiscono saldamente alle superfici risultando più stabili di altre e con una copertura vitrea che ne agevola la pulizia. Un utile timer incorporato con segnale acustico può servire quando si utilizza il forno. Oltre alla comune pesatura in grammi, può calcolare il peso anche in once o libbre.

Ottima anche la digitale ‘3 in 1’ della gamma Morphy Richards con brocca incorporata, in vendita sui 23 euro, senza batteria inclusa per mezzo chilo di peso, garanzia biennale e misurino in omaggio per tutti gli appassionati di cottura all-in-one grazie alla dotazione della caraffa in acciaio inossidabile che fa tutt’uno con la bilancia. Basta un clic per mixare gli ingredienti precedentemente pesati nella ciotola, potendo regolare le impostazioni da liquido a solido. L’unico neo è il display digitale sull’impugnatura, in quanto è un punto scomodo da monitorare, per il resto massima affidabilità e precisione.

Per chi non vuole ‘tradire’ il passato ed è attratto da modelli meccanici in stile retrò Terraillon ha pensato a una gamma di bilance tradizionale dal gradevole aspetto vintage che si adatta a ogni tipo di cucina, moderna o shabby chic che sia. Come tutte le bilance meccaniche, non si può pretendere il massimo della precisione al pari di un modello digitale che spacca il grammo, ma in compenso questi apparecchi non prevedono la sostituzione delle batterie, che è un bel vantaggio anche in termini di spesa. Il vassoio di misurazione si può lavare anche in lavastoviglie e il corpo della bilancia, nel suo complesso, è facile da pulire. Adorabile la tonalità color crema che riporta indietro nel tempo ai modelli di una volta, una valida risposta alternativa al solito bianco o ai colori accesi che passano di moda. Peccato per il piatto poco profondo che non permette dosaggi voluminosi. Questi ed altri interessanti articoli nel portale sulle migliori bilance da cucina.