Il vasto assortimento di cappe da cucina, elementi indispensabili in ambito domestico, è garantito da molti brand affermati sul mercato degli elettrodomestici, fra i più noti Smeg, Siemens ed Electrolux, in buona compagnia di altri marchi, come si può verificare su www.cappadacucina.it. Spesso i maggiori censori che determinano il ‘punteggio’ in termini di qualità dei vari brand sono gli internauti, che postano recensioni positive o negativa a seconda delle prestazioni del prodotto recensito. Per quanto riguarda le cappe da cucina uno dei marchi più apprezzati da questo punto di vista risulta Elica, oggetto di pareri che ne lodano le performance, seguita a ruota da Faber.

Opinioni eccellenti anche per Novy ed Electrolux, mentre altri marchi, come Falmec, pur non essendo fra i più considerati dai leoni da tastiera si qualifica sul campo come uno dei brand più affidabili. Chi tende al risparmio ricerca cappe da cucina più economiche negli store delle catene della grande distribuzione o del ‘fai da te’, fra queste Ikea, Leroy Merlin, Bricoman e altri. Altri grandi megastore dove trovare questi prodotti sono Mediaworld, Expert, Trony ed Euronics. Ma quanto costano le cappe da cucina? Ovvio che non tutte hanno lo stesso prezzo, soprattutto oggi che sono diventate dei veri e propri complementi d’arredo. Dando un’occhiata alle fasce di prezzo, possiamo affermare, in linea di massima, che i prezzi delle cappe da cucina sono ricompresi in un range molto ampio che va da 100 ai 2000 euro.

E’ comunque consigliabile non fermarsi ai modelli a prezzi stracciati, che non danno alcuna garanzia in termini di qualità, spesso realizzati con materiali scadenti e poco durevoli. Una buona scelta si può attestare su cappe che richiedono una spesa media fra 300 e 600 euro, senza esagerare nel prezzo, considerando che i modelli più costosi sono quelli che rispondono a particolari criteri estetici oltre che funzionali, a meno che non si voglia abbellire la cucina con un complemento d’arredo che faccia un figurone una volta montata, al pari di un mobile o di un quadro di pregio. In tal caso, si dovrà essere disposti a sganciare una bella cifra per accontentare anche l’occhio.