Nel passato erano a dir poco popolari, presenti in tutte le case o se non altro almeno in quelle di chi se li poteva permettere: oggi invece i giradischi non sono in molte case, anche se stanno tornando di moda. Ma cosa sono, e come si riconosco?

Tutto quello che desideri sapere in più lo puoi trovare qui: Giradischi: meglio in plastica o in legno? Articoli, prodotti, caratteristiche

Il giradischi è un’unità di base per la riproduzione e la registrazione dell’audio registrato. Nella sua forma più generale, un giradischi è qualsiasi tipo di macchina utilizzata per produrre e riprodurre il suono, come un fonografo, una chitarra elettrica, un registratore a nastro, un registratore a computer o frequenze radio. Un fonografo, noto anche come fonoregistratore o giradischi per la sua riproduzione meccanica e la riproduzione del suono, è stato il primo giradischi ad essere prodotto in serie. Si ritiene che il primo giradischi ad essere prodotto in serie sia stato inventato da Louis Wallace, un minatore scozzese. I giradischi si sono evoluti dal fonografo, che riproduceva la musica, originariamente su un sistema di comunicazione pubblica.

I primi giradischi erano stati progettati per riprodurre un particolare tipo di musica. Nel corso degli anni i giradischi sono stati modificati e più complessi, in particolare il giradischi o tonneau. Un giradischi è un insieme che comprende un tonneau (che è come un grande tamburo, di solito fatto di legno o metallo) e un preamplificatore, anch’esso fatto di legno o metallo. I tonneau sono montati sulla parte superiore del preamplificatore, e il preamplificatore serve come interfaccia al segnale audio in ingresso. Il segnale viene poi convertito in un segnale digitale che può essere memorizzato su un chip e inviato agli altoparlanti o alle cuffie.

Ci sono molte varianti sul design di base dei giradischi, la più notevole è quella dei giradischi CD, la più comune delle quali è il lettore CD con stilo incorporato. Ci sono anche lettori CD con ago, chiamati anche spinner. Un lettore ad ago è configurato in modo simile ad un giradischi con due ruote su ogni lato del plinto che ruotano verticalmente. La rotazione verticale dell’ago spinge una cinghia attraverso un gruppo di piatti su cui è fissato un piatto in gomma o altro materiale. A seconda della qualità della testina e dello stilo collegato, il livello di qualità dell’uscita sonora varia.